sabato 18 aprile 2015

USA e la listi dei libri proibiti ai bambini

Sembra una notizia del secolo scorso e invece non lo è: in America ogni anno viene stilato dall’American Library Association un elenco di libri che, secondo l’opinione di insegnanti e genitori, fanno male all’educazione dei bambini.
I titoli in questo elenco però fanno male al senso civico e alla cultura della tolleranza e dell'uguaglianza.
Al 1° posto della lista dell’ALA c’è il racconto del 2007 di Sherman Alexie, Diario assolutamente sincero di un Indiano part-time, vincitore di numerosi premi e basato sulle esperienze autobiografiche dell’autore ai tempi della scuola, quando in classe era circondato solo da amici bianchi. Il 1° posto del libro sarebbe motivato dalla forte “insensibilità culturale” che Alexie avrebbe comunicato con il suo testo: come dire "non c'è bisogno che i nostri figli sappiano che siamo razzisti".
Infatti molti dei libri presenti nell’elenco redatto dall’ALA, o sono scritti da autori non bianchi oppure sono scritti da autori gay, lesbiche o transgender.
Questo è il motivo che porta al terzo posto il libro di illustrazioni E con Tango siamo in tre, scritto da Peter Parnell e Justin Richardson con i disegni di Henry Cole, storia vera di due pinguini che vivono all’interno del Central Park Zoo di New York cui uno dei guardiani dello zoo regala un uovo di una coppia di pinguini vicini di ‘casa’, coronando così il legame tra i due animali.
Una storia basata quindi sul legame padre figlio, sull’amore genitoriale e sull’amicizia. Ma i genitori e gli insegnanti delle scuole hanno contestato il volume, accusandolo di ‘promuovere l’agenda omosessuale del paese’.
Il secondo posto invece se lo aggiudica Persepolis di Marjane Satrapi, una grafic novel autobiografica che racconta la storia di una ragazza iraniana cresciuta dopo gli anni della Rivoluzione Islamica, da cui è stato tratto un film d'animazione uscito nel 2007, candidato all'Oscar e vincitore del Premio della giuria al Festival di Cannes 2007.
E penso basti questo a dimostrare quanto l'ignoranza dilaghi ancora nel mondo...

E voi cosa ne pensate di questa lista proibita?


Nessun commento:

Posta un commento