venerdì 2 maggio 2014

Consigli per scrivere una storia: chi ben comincia

Come vi vestireste per un primo appuntamento? Vi mettereste in tuta e pantofole? Uscireste con i capelli sporchi e spettinati?
Suppongo di no.
Ecco, l'incipit del vostro racconto è come il primo appuntamento con il lettore (e prima ancora con l'editore!): se non fate colpo subito difficilmente avrete un'altra opportunità.
Si dice che per fare una buona impressione abbiamo a disposizione solo 7 secondi. Per un libro o un racconto la cosa è del tutto simile, bastano poche pagine, a volte poche righe perché il lettore si faccia un'opinione e decida se proseguire oppure abbandonare la lettura. Scrivere un incipit accurato e di stile è quindi una delle regole fondamentali per ogni scrittore che si rispetti.
Ecco alcune dritte per andare nella direzione giusta:
- inquadra la situazione: puoi presentare un personaggio (magari il protagonista), descrivere l'ambiente in cui si trova, il perché è lì e cosa sta per fare;
- scegli una sensazione precisa: non mischiare troppe cose, parti da un sentimento o un fatto concreto e sviluppalo con attenzione;
- emoziona, stupisci, provoca: insomma lascia il segno, avrai tempo dopo per diventare ordinario;
- una voce chiara: fa che il lettore capisca subito chi racconta (e magari anche perché), guidalo verso ciò che lo aspetta e attento a non tradirlo o ingannarlo;
- non affezionarti alle prima parole scritte: magari l'incipit giusto verrà solo una volta finito il libro, oppure è già scritto ma qualche pagina più avanti rispetto a dove avevi cominciato.



2 commenti:

  1. Arrivo da te tramite "Scrittura sperimentale". Mi piace il tuo blog e tornerò a darci un'occhiata un po più approfonditamente, anche perché vorrei capire meglio come funziona...
    Ciao...per ora e se ne hai voglia passa a trovarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pino, contento ti sia piaciuto.
      Passerò senz'altro a fare un giro da te!

      Elimina