domenica 29 dicembre 2013

Aspirazioni

Questa è la storia di Ana Damian, 34 anni, nata in Moldavia ma residente a Parma, sposata con Sergiu, madre di due figlie, campionessa assoluta nella vendita di aspirapolvere porta a porta, 1510 nel 2012.
Come tanti, dalla Moldavia ha scelto di andarsene a vent'anni, lei e il marito han deciso di partire e lasciare le figlie con i nonni. Tempo del viaggio: due anni.
La strada da Chisinau a Parma ha infatti preso pieghe impreviste, conosciuto tappe assurde: il Marocco, Mosca, Praga, la Germania. Lei e Sergiu sono stati divisi a Villach, in Austria. Ana ha proseguito da sola attraverso i boschi, sotto i tunnel delle autostrade, avanzando contromano perché i fari la inquadrassero, salendo e scendendo la montagna.
Fino a Tarvisio e di lì a Udine, giorno e notte, per novanta chilometri. A quel punto si è fermata, ha chiesto un pasto caldo e un tetto alla Caritas, prima di proseguire per Parma dove l'aspettava una lontana parente.
A Parma Ana ha iniziato lavorando come domestica ma quel mestiere aveva un problema: sei pagata ad ore, e più di 24 in un giorno non ce ne sono, più di tanto non puoi guadagnare.
Ma il destino ha voluto che una mattina, a casa di una delle signore da cui Ana lavorava, suonasse una venditrice di aspirapolveri. E Ana coglie al volo l’occasione per entrare nel mondo che oggi la vuole regina.
Ok, vi starete chiedendo cosa c’entri questa storia in un blog di scrittura e letteratura. Una lezione sulla forza di volontà? Sulla fiducia in se stessi? Uno sberleffo a chi parla di crisi con le mani in panciolle?
Niente di tutto questo. Perché dovete sapere che con i suoi 1510 aspirapolveri Ana mantiene tutta la sua famiglia: due figlie ormai adolescenti e il marito Sergiu. Perché, Sergiu non lavora? È in cassa integrazione? Mobilità?
No, Sergiu fa un lavoro che in Italia ti puoi permettere solo se sei un mantenuto. Sergiu scrive saggi. Anzi, “scrive” per usare la dicitura di Dagospia.


Nessun commento:

Posta un commento