martedì 28 maggio 2013

Il burattinaio


Che Francesco Barbi è un capace narratore lo si era già capito con L'acchiapparatti e questo Il Burattinaio (che ne è il seguito) non fa altro che confermare le sue abilità: una storia dai meccanismi perfetti e dei personaggi disegnati con grande acume sono gli ingredienti di una lettura piacevole e divertente.
Ideale per tutti gli appassionati del genere fantasy - o meglio low fantasy - (e ovviamente per i fan de L'acchiapparatti) che in questo libro potranno trovare atmosfere cupe, sanguinose battaglie, perfidi intrighi: tutto ciò che piace agli amanti del filone.
Se paragonato al capitolo precedente però, a mio avviso, questo seguito una pecca ce l'ha: manca di sorprendere veramente. Forse varrebbe la pena fare dei due libri un unico volume.
Resta il fatto che Barbi sa donare al lettore ore di spensierato svago, ed è già tantissimo.
Infine una tirata d'orecchi va data alla Dalai, che ha affidato il lavoro di editing a persone un po' distratte. Sotto altre mani il lavoro di Barbi avrebbe illuminato il panorama del fantasy ancora di più (e certi grossolani errori di battitura sarebbero spariti).


L'Oracolo, sopravvissuto sette volte al Tocco della Luce, ha predetto la caduta del Regno di Olm. L'Arconte Ossor, uno dei pochi che ancora credono nel potere del chiaroveggente, torna a consultarlo e si convince che l'imminente catastrofe sia in qualche modo legata alla scomparsa del mostro di Giloc, precipitato quattro anni prima, in circostanze alquanto misteriose, sul fondo di un crepaccio nelle lontane Terre di Confine. Un manipolo di Guardiani dell'Equilibrio, inquisitori incaricati di reprimere ogni forma di eresia e stregoneria, parte da Olm per far luce sulla vicenda. È il loro capo, l'Indice, a sovrintendere alle operazioni per la riesumazione del mostro e a condurre le indagini circa la comparsa di un presunto stregone nel vicino paese di Tilos. Schiavo della spinavera e spietato, raccoglie voci e dicerie, interroga e tortura i paesani per scoprire l'identità e la dimora di colui che cerca. Fiuta e segue le tracce dell'acchiapparatti di nome Zaccaria fino a Ombroreggia, dove lo cattura e lo rinchiude in un gabbiotto di ferro per condurlo a Olm. Ma Zaccaria "ospita" in sé un terribile segreto. Ci sono giorni in cui il gobbo parla attraverso di lui. Ci sono giorni in cui è un terzo ad abitarlo...

Titolo: Il burattinaio
Autore: Francesco Barbi
Prezzo: € 20,00
Pagine: 525
Editore: Dalai

sabato 25 maggio 2013

Reality Twist - libro ospite

Quattordicesimo giorno del Sesto mese dell’anno solare 2096.
Sembra una notte come tante a Zeimon, Nucleo Governativo del pianeta Eldritch. Invece questa resterà nella storia perché é la notte in cui i regnanti della Federazione InterNucleare Lord Daniel e Lady Eileen Mayden con i loro figli Daphne e Nicholas sono stati uccisi dall’Esercito; la notte in cui il pianeta ha visto l’inizio del proprio declino.

Dieci anni dopo, a Roxtic, un’altra famiglia viene sterminata: quella dei Nykvist, militari da quattro generazioni, colpevoli di aver dato alla luce e nascosto alle autorità un figlio concepito con metodi naturali. Ventiseiesimo giorno del Primo mese dell’anno solare 2108.
Una serie di esplosioni distrugge la maggior parte delle città del pianeta, ponendo fine alla sua lenta agonia. Fra i pochi sopravvissuti, una ragazza facente parte dell’Esercito e un ragazzo abitante la città ribelle di Syonarch si trovano uniti nel tentativo di sopravvivere. Insieme scopriranno che tutto ciò che credevano reale era una folle bugia.



Titolo: Reality Twist
Autore: Laura Roggero
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 328
Editore: Arpeggio libero

mercoledì 22 maggio 2013

Amo chi legge...


Un libro nuovo ogni 10 studenti, con una spesa media annua per acquisto di libri pari a 0,68€ per alunno: è questa oggi la disponibilità delle biblioteche scolastiche in Italia, come emerge dalla nuova indagine a cura dell’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su oltre 7800 biblioteche scolastiche italiane.
Come si può quindi pretendere di crescere un popolo di lettori se la scuola stessa non ha libri?
Per denunciare questo problema e aiutare le scuole l’Associazione Italiana Editori ha lanciato il progetto “Amo chi legge…e gli regalo un libro” che vedrà coinvolte librerie, scuole e lettori dal 23 al 27 maggio 2013.
Tramite una sorta di gemellaggio, librerie e scuole concorderanno insieme una lista di libri desiderati con cui arricchire l’offerta all'utenza scolastica, a partire dall'elenco dei "100 libri per ragazzi imperdibili di oggi" (una lista però non vincolante, ma che potrà essere integrata dalle esigenze di scuole e biblioteche).
La lista verrà esposta in libreria con l’invito diretto ai cittadini ad acquistare dei volumi da donare alla biblioteca stessa.
E regalare un libro diventerà davvero un gesto d'amore, verso gli studenti e soprattutto verso il nostro futuro.

martedì 21 maggio 2013

Il Sole nel barattolo


C'era una volta un bambino che, con una lente e un barattolo, girava per il giardino naso all'insù.
«Cosa fai?» gli chiese un compagno di giochi.
«Catturo i raggi del Sole.»
«Illuso, non ce la farai mai» gli rispose quello spocchioso.
Dopo un'intera giornata, quando il collo e le mani ormai gli dolevano e il cerchio solare era una sfera rossa all'orizzonte, il bambino rinunciò.
C'era una volta un ragazzo che, con uno specchio e una pellicola, girava per il cortile della scuola naso all'insù.
«Cosa fai?» gli chiese un vicino di banco.
«Catturo i raggi del Sole.»
«Illuso, non ce la farai mai» gli rispose quello spavaldo.
Dopo un'intera giornata, quando il collo e le mani ormai gli dolevano e il cerchio solare era una sfera rossa all'orizzonte, il ragazzo desistette.
C'era una volta un uomo che, con una piastra di silicio e una batteria, girava per il parco della città naso all'insù.
«Cosa fai?» gli chiese un vecchio conoscente.
«Catturo i raggi del Sole.»
«Illuso, non ce la farai mai» gli rispose quello spiritoso.
Dopo un'intera giornata, quando il collo e le mani ormai gli dolevano e il cerchio solare era una sfera rossa all'orizzonte, la batteria fu carica.
Mesi dopo l'uomo incontrò il vecchio amico: aveva un banchetto di libri all'ingresso del parco.
«Cosa fai?» gli chiese.
«Voglio far leggere a tutte le persone del mondo almeno un libro.»
L'uomo scosse la testa: «Sei tu quello davvero illuso...

Già, perché quell'uomo sapeva bene che in Italia nel 2012, solo il 46% delle persone di 6 anni e più ha letto almeno un libro per motivi non scolastici o professionali. Nel Nord e nel Centro del Paese legge oltre la metà della popolazione (52,2%). Nel Mezzogiorno solo il 34,2%, con la virtuosa eccezione della Sardegna (45,8% di lettori). Una famiglia su dieci (10,2%) non ha libri in casa, il 63,6% ne ha meno di 100. Ma anche il 21.3% di chi ha oltre 200 libri in casa non legge niente.

venerdì 17 maggio 2013

Come scrivere un romanzo e vivere felici (senza pubblicare)! - 5

Dire, fare, raccontare...


Noonan prende un foglio e ci disegna sopra un cerchio: «Bene, ragazzo, visto che sei uno scrittore dimmi cosa ho fatto.»
Io non sono certo d'aver capito cosa vuole: «Ha disegnato un cerchio!»
«Dimmelo come se lo dovessi scrivere.»
Deglutisco, come sotto esame: «Lo scrittore prese un foglio e una matita, gialla e appuntita, e disegnò un cerchio con mano sicura.»
Noonan guarda Aschenbach e sorride: «Meglio... ma così non sarai mai un vero scrittore.»
Si scambiano un'occhiata e sorridono entrambi.
Lo scrittore staccò un foglio dal suo quaderno nero. Il rumore dello strappo si perse tra il brusio del locale. Strinse la matita tra le dita, la grafite si frantumò sul bianco. Con un solo gesto, sicuro e deciso, descrisse una circonferenza riportando la punta all'inizio del suo breve percorso.
La lezione dei due autori affermati è preziosa: uno scrittore non deve limitarsi a dire ciò che fanno i suoi personaggi, deve farglielo compiere sulla carta come se fosse realtà. Non basta raccontare, lo scrittore deve mostrare, come fa un dipinto, anzi, meglio.
Perché un dipinto imbriglia la realtà mentre uno scritto la sprigiona.

Fai un esercizio: scegli un'azione semplice e descrivila con massimo 10 parole. Poi scrivi una frase di 1000 caratteri. Poi descrivila con 500 caratteri.


Leggi tutti i post del manuale: Come scrivere un romanzo e vivere felici (senza pubblicare)!

giovedì 16 maggio 2013

Come evocando un esercito di morti - libro ospite

In un futuro prossimo e non troppo fantascientifico, il soldato Wayne Anderson è selezionato per una missione oltre le linee di una quarantena planetaria finalizzata ad impedire l’epidemia di un misterioso virus di origine ignota, che già ha minato la più grande economia del globo e minaccia di mettere in ginocchio il resto del pianeta.
Ma non temete, il glorioso Esercito degli Stati Uniti d’America ci salverà di nuovo…
O no?
…Perchè attorno a Wayne, il cui diario è il racconto stesso, si muovono alti ufficiali medici come il Dott. Crowley, dall’ambigua morale; il colonnello Berenger e i suoi ideali prestampati. Poi tutta una selva di ragazzi in uniforme che nemmeno sanno perché sono di stanza in una parte di mondo così dimenticata.
Ma le missioni vanne accettate, e possibilmente portate a termine. Anche a costo di scontrarsi con un nemico sconosciuto a tutti. Anche alla scienza…


Titolo: Come evocando un esercito di morti
Autore: Evil Monkey
Prezzo: Gratuito
Formato: PDF


giovedì 9 maggio 2013

Questione di cul(tura)

Prima di tutto ti chiedo una cortesia: metti un "+1" o
un "mi piace".
Non perché sia a caccia di popolarità ma solo per dimostrare una teoria: l'unico modo efficace per far leggere un post è quello di mettere in risalto un(a) bel(la) cul(tura)!
Bene, ora se vuoi (e quasi certamente l'hai già fatto) smetti pure di leggere, non faresti altro che confermare ciò che ho già scritto tempo fa: la rete non è altro che un contenitore di parole al vento in cui tutti urlano (spesso inutilità) e quasi nessuno ascolta.
Oggi, che da diversi mesi sto frequentando e promuovendo il mio blog sui principali social network, tocco con mano questa grande verità: siamo troppo impegnati a dire la nostra per ascoltare (o leggere) l'opinione degli altri.
Ma in fondo, a ben pensarci, in questo la rete è veramente specchio sincero della nostra società.


lunedì 6 maggio 2013

Quiz d'inchiostro - 1


Quale personaggio di un famoso romanzo pubblicato nel 1953 si nasconde dietro questa vignetta?

domenica 5 maggio 2013

Fortuna, il buco delle vite - libro ospite

Quando ci si accorge di essere vicini alla morte è quasi inevitabile tentare di fare un bilancio della vita che si è vissuta.
Ed è proprio quello che tenta di fare “Fortuna”, la protagonista di questo romanzo mentre uno strano individuo, che assomiglia spudoratamente a un etereo angelo del Signore, la sta accompagnando verso il cortile dove verrà eseguita la sua condanna a morte. Soltanto che, a differenza di altri, Fortuna deve cercare di tracciare il bilancio di ben tre vite.
È impossibile vivere tre vite completamente diverse l’una dalle altre?
La storia di Fortuna ne è un raro esempio.


Titolo: Fortuna, il buco delle vite
Autore: Jolanda Buccella
Prezzo: 22,00 € - (ebook 8,00 €)
Pagine: 592
Editore: CIESSE Edizioni 

venerdì 3 maggio 2013

Reality & fantasy

By AlphonseCapone

Le fiabe sono più che vere: non perché ci raccontano che esistono i draghi, ma perché ci dicono che i draghi possono essere battuti.
Neil Gaiman - Coraline



“Fairy tales are more than true: not because they tell us that dragons exist, but because they tell us that dragons can be beaten.”