martedì 20 dicembre 2011

2011

Chi è quest'uomo? Perché il suo volto è coperto?
Forse è un bandito e ci sta derubando.
Forse è un prigioniero legato e imbavagliato.
Forse è un diverso e si sta nascondendo.
Forse è un eroe appena tornato.
O forse è tutte queste cose insieme.
E' un uomo così arrabbiato da rubare a colpi di bastone e sassate il diritto dei più ad una protesta civile. Ed è arrabbiato perché i potenti gli hanno tolto la parola, il futuro e la speranza. E questa privazione lo fa sentire diverso, di una diversità che intimamente provoca vergogna. Ma che è la stessa diversità che distingue gli eroi usciti vincitori dalle fiamme della rivoluzione.
Questo è l'uomo di cui parleranno i libri di storia dei nostri nipoti.
Questo è l'uomo dell'anno.

Nessun commento:

Posta un commento